COLLEZIONE 2017

Nuovi confini del colore

Un gioco di gradazioni e sfumature senza confini. Sofisticato e concettuale ma ingenuo.
Nuvole, rilievi, intrecci e spesso sfondi a toni sfuggenti fra tracce leggere di segni grafici.
Bagliori metallici e minerali di argento e rame si amalgamano ai pastelli soffusi e dipingono gli jacquard nei magici toni dei sogni.
Aurora e tramonto, crepuscoli azzurri e rosati, luci boreali con il fascino misterioso di un colore che si annulla dentro l’altro, diluito come mutevole acquarello.
I toni tenui contrastano con i potenti e iconici tratteggi, con grafismi mutanti, indistinti e ombrosi, che creano rilievi.
Dove si alternano colori forti, che si scalano in libertà, con effetti trompe-l’oeil, spezzati in zigzag o che marcano righe e incastri ondulati.
Tocco giocoso e leggero nelle stampe botaniche, che disegnano fantasie nordiche o boccioli di rose selvagge su garze rarefatte e tessuti preziosamente operati.
La struttura ingenua ed essenziale del fiore d’elleboro si posa e s’impone su fondi tenui, si accende nei colori degli stami, dei contorni e delle venature. E si arricchisce di ombre.